La Sclerosi Multipla informazioni, approfondimenti e news dalla ricerca
SOS EMERGENCY Aiutaci a non smettere La Sclerosi Multipla .net

dividers
Users Online: 84 Giovedì, 25 Maggio 2017 14:23:58
La Sclerosi Multipla informazioni, approfondimenti e news dalla ricerca

Gli integratori  
Vitamine e antiossidanti in pillole?

Un rischio per la salute

Tutti coloro che sono convinti di trovare in una dose giornaliera di vitamine e antiossidanti il lascia passare per la salute non saranno contenti del risultato di uno studio dell'Università di Copenaghen secondo cui gli integratori vitaminici e gli antiossidanti potrebbero non portare alcun beneficio e anzi aumentare i rischi di morte prematura. La ricerca danese, destinata senz'altro a far discutere, ha passato in rassegna 67 studi sul tema condotti su un campione di 233 mila persone, in parte sane e in parte malate. E il bilancio non promette bene per gli amanti delle diffusissime pillole colorate, finora considerate alleate preziose della salute. Dalla meta-analisi, pubblicata sulle pagine di The Cochrane Collaboration è infatti emerso che «non c'è alcuna prova convincente» di un aumento dell'aspettativa di vita, ma al contrario alcuni dei prodotti, tutti rigorosamente sintetici, presenterebbero un aumento del rischio di morte prematura del 16%. In particolare, le vitamine A ed E potrebbero interferire con le difese naturali dell'organismo. E proprio queste, insieme al beta-carotene, finirebbero - secondo la ricerca - per aumentare la mortalità. I ricercatori danesi mostrano, numeri alla mano, che integratori a base di vitamine A finirebbero per far schizzare il rischio di morire del 16%, il beta-carotene del 7% e infine la vitamina E del 4%. Notizie migliori per chi preferisce far scorta di vitamina C. Integratori di questa sostanza, insieme a quelli che contengono selenio, non sembrano dare una pericolosa sforbiciata agli anni di vita vissuta. Tuttavia alle pillole di vitamina C e selenio non vanno nemmeno riconosciuti reali benefici. Il Dipartimento britannico della Sanità ha invitato i cittadini a colmare il fabbisogno di vitamine attraverso un'alimentazione bilanciata, sottolineando come non si abbiano ancora studi affidabili sull'impatto a lungo termine dell'uso di integratori. Un mercato, quello di vitamine e antiossidanti in pillole, che solo in Gran Bretagna produce ben 330 milioni di dollari l'anno. Farmacologi: integratori inutili e dannosi. Secondo il farmacologo Silvio Garattini «sono molte le ricerche che dimostrano la pericolosità degli integratori vitaminici» che in realtà non servono, è la pubblicità che vuole convincerci del contrario. Secondo il farmacologo se assunte in dosi elevate alcune vitamine sono dannose: la vitamina A cancerogena, la C dannosa per i reni. Anche secondo il farmacologo Michele Carruba l'abuso può essere dannoso. «Tutte le vitamine - spiega - entrano nelle cellule attraverso gli stessi meccanismi di trasporto. Se una vitamina è presente in eccesso, c'è il rischio che riduca il trasporto delle altre. Per questo - aggiunge - sono più pericolosi gli integratori monovitaminici rispetto a quelli polivitaminici, che risultano essere in qualche modo più equilibrati». Anche Carruba parla di «pubblicità eccessiva» dei prodotti. Luciano Caprino, farmacologo dell'Università La Sapienza di Roma parla di «invasione del mercato da parte di questi prodotti » a seguito di una «normativa europea di quattro anni fa che ha permesso alle industrie produttrici di commercializzare questi prodotti sfuggendo alle rigide norme che regolano i farmaci».





©2009 - DM | Contact Webmaster





La Sclerosi Multipla informazioni, approfondimenti e news dalla ricerca
News sul sito
Aggiornamento sezione dedicata alla CCSVI (Dic 2016)

Statistica e rappresentazioni grafiche delle correlazioni tra anzianità di malattia, terapie, riacutizzazioni e EDSS

22/05/09 News: Cannabis: Nuovo studio della Fondazione Santa Lucia in collaborazione con l’Università di Teramo

Inserita la possibilità di dare un voto di qualità sui Centri diagnosi e cura per la SM e di inserire dei commenti

Aggiunta la possibilità di inserire commenti sulla propria esperienza con i farmaci