La Sclerosi Multipla informazioni, approfondimenti e news dalla ricerca
SOS EMERGENCY Aiutaci a non smettere La Sclerosi Multipla .net

dividers
Users Online: 83 Lunedì, 18 Dicembre 2017 18:44:41
La Sclerosi Multipla informazioni, approfondimenti e news dalla ricerca

I sintomi sensitivi  
Le fibre nervose che trasportano la sensibilità sono frequentemente colpite nella SM.
E’ frequente che la persona abbia esperienza di formicolii, sensazioni di bruciore, parestesie (percezioni alterate degli arti e di altre parti del corpo). Può anche manifestarsi la ridotta sensibilità (ipoestesia) o accentuata sensibilità (iperestesia) al tatto, al caldo, al freddo o al dolore.
Le parestesie sono sensazioni anomale che insorgono spontaneamente senza stimolo e che non possono essere messe in evidenza con l’esame neurologico.
Si può sentire formicolio, sensazione di pelle spessa o ruvida, sensazione di bagnato, di costrizione come se indossasse un indumento troppo stretto, sensazione di calore, talora sensazioni dolorose (aghi, punte).
Le disestesie, sono alterazioni della sensibilità in cui uno stimolo viene percepito in modo diverso: uno stimolo tattile lieve può essere percepito come fastidioso, doloroso o bruciante, l’acqua tiepida come bollente etc.
Affinché un disturbo sensitivo faccia ipotizzare una riacutizzazione deve generalmente durare almeno ventiquattro ore.
Sovente il disturbo sensitivo inizia ad una mano o ad un piede, si estende poi a tutto l’arto, talora al bacino e al tronco.
Più raramente il disturbo coinvolge la sensibilità profonda, un tipo particolare di sensibilità che ci informa della posizione del corpo.
In questo caso il disturbo può manifestarsi come una difficoltà nel camminare senza il controllo della vista, o nella sensazione di camminare sulla gomma o di avere delle suole tanto spesse da non percepire bene il pavimento.
Un altro sintomo, detto "segno di Lehrmitte" è una sensazione simile ad una scossa elettrica che si irradia dal collo lungo la spina dorsale fino alla parte posteriore degli arti inferiori, quando il soggetto piega il capo in avanti.
È correlato a lesioni del tratto cervicale del midollo.

Molto spesso i disturbi della sensibilità sono correlati a lesioni localizzate nella regione cervicale e dorsale del midollo spinale.
Il dolore

Il dolore nella SM è determinato spesso da nevralgie (infiammazioni dei nervi).
Vi è anche il dolore muscolare causato da crampi, spasmi ed ipertono muscolare.

Una casistica italiana, comprendente oltre 1600 malati, mostra che il dolore ha una prevalenza del 43% ed è secondario ad ipertono muscolare spastico nell’11% dei pazienti, mentre il dolore a genesi centrale si manifesta come disestesia nel 18%, fenomeno di Lhermitte nel 9% e nevralgia trigeminale nel 2%. Spesso i malati di Sclerosi Multipla necessitano di un trattamento sintomatico relativamente a sindromi dolorose a patogenesi complessa. Tra i numerosi farmaci sperimentati per il trattamento sintomatico dei disturbi associati alla Sclerosi Multipla vi sono i derivati della Cannabis sativa, o i cannabinoidi, per i quali da tempo si ipotizza un ruolo nell’alleviare il dolore di origine centrale e quello da spasticità muscolare.


La nevralgia del trigemino e altri dolori

La presenza di dolore può essere causata direttamente dalla malattia o si possono avere dolori secondari ad altre cause come i dolori dovuti all’osteoporosi conseguente alla terapia cortisonica, dolori di tipo artrosico legati all’immobilizzazione, dolori intestinali dovuti a stitichezza grave o dolori dovuti alla presenza di una grave spasticità.

Fra i dolori dovuti direttamente alla Sclerosi Multipla, la nevralgia del trigemino è sicuramente il dolore più grave e quello che compromette maggiormente la qualità di vita dell’ammalato.
La nevralgia si manifesta come un dolore improvviso e lancinante, della durata di pochi secondi, che si avverte più spesso a livello della regione della mandibola, talora dello zigomo o intorno all’occhio.
Il dolore è spontaneo o scatenato da stimoli banali, quali lavarsi il viso, i denti, mangiare, bere, parlare.
Il disturbo è trattabile soprattutto con carbamazepina e gabapentin. Se l’uso di farmaci non risolve il problema, si può effettuare un intervento relativamente semplice che, seppure non definitivo (la durata è di uno o più anni, ma può essere ripetuto) dà degli ottimi risultati.

Altri dolori dovuti ad SM sono gli spasmi dolorosi, che in genere colpiscono le gambe.
Sono spesso causati dalla spasticità e insorgono frequentemente la notte o quando l’ammalato si mette in posizione coricata.

Un dolore relativamente frequente è una sensazione di bruciore, che rientra tra le parestesie.
©2009 - DM | Contact Webmaster









La Sclerosi Multipla informazioni, approfondimenti e news dalla ricerca
News sul sito
Aggiornamento sezione dedicata alla CCSVI (Dic 2016)

Statistica e rappresentazioni grafiche delle correlazioni tra anzianità di malattia, terapie, riacutizzazioni e EDSS

22/05/09 News: Cannabis: Nuovo studio della Fondazione Santa Lucia in collaborazione con l’Università di Teramo

Inserita la possibilità di dare un voto di qualità sui Centri diagnosi e cura per la SM e di inserire dei commenti

Aggiunta la possibilità di inserire commenti sulla propria esperienza con i farmaci