La Sclerosi Multipla informazioni, approfondimenti e news dalla ricerca
SOS EMERGENCY Aiutaci a non smettere La Sclerosi Multipla .net

dividers
Users Online: 74 Lunedì, 20 Maggio 2019 09:41:56
La Sclerosi Multipla informazioni, approfondimenti e news dalla ricerca

Le vertigini e il disequilibrio  
La vertigine si può genericamente definire una sensazione di instabilità del corpo nello spazio.
La percezione del rapporto esistente tra il nostro schema corporeo e l'ambiente che lo circonda deriva dalla integrazione a livello cerebrale di informazioni sensoriali provenienti dagli organi di senso:
  • occhio

  • orecchio interno (labirinto vestibolare)

  • propiocettori - recettori di posizione e movimento del corpo situati nei muscoli, nelle articolazioni e nei tendini
Quando ai centri nervosi dell'equilibrio giungono, per qualsiasi motivo, informazioni dai recettori periferici, che sono contrastanti tra di loro, si genera una sorta di conflitto neurosensoriale al quale il nostro organismo reagisce con la "vertigine".

Le vertigini, in base alle caratteristiche, possono essere:
  • Oggettive - il paziente vede ruotare l'ambiente intorno a sè, causate da malattie del labirinto (vertigini periferiche).

  • Soggettive - il paziente si sente ruotare ma l'ambiente è fermo, causate da malattie del sistema nervoso centrale (vertigini centrali).
Nella vertigine soggettiva (di origine cerebrale) è il soggetto a sentirsi instabile, con incapacità più o meno marcata a mantenere la posizione eretta. È prevalente una generica sensazione di instabilità corporea e una tendenza alla lateropulsione (tendenza a piegare/cadere lateralmente, a destra o a sinistra).
Possono coesistere sensazioni di confusione mentale, di stordimento, di generica difficoltà a orientarsi nello spazio e nel tempo; in alcuni casi può comparire anche un'amnesia.
Le cause possono essere circolatorie, neurologiche o traumatiche

Nella vertigine oggettiva (di origine periferica) l'individuo ha l'impressione che siano gli oggetti o la stanza a ruotare e percepisce una sgradevole sensazione di perdita dell'equilibrio.
Le cause sono diverse e possono coinvolgere le strutture dell'orecchio (organo estremamente importante per il mantenimento dell'equilibrio) come avviene nelle labirintiti, nell'otosclerosi e nella malattia di Ménière, oppure possono essere conseguenti a problemi circolatori, a intossicazione da farmaci o ad artrosi cervicale.

Alla vertigine possono associarsi sintomi di tipo:
  • Neurovegetativo: nausea, vomito, tachicardia.

  • Otologico: ipoacusia (diminuzione dell'udito), acufeni (percezione di ronzii o sibili che non esistono nell'ambiente).

  • Neurologico: tremori, ipostenia (diminuzione della forza), dismetria (alterazione nella esecuzione di movimenti fini), adiadococinesia (perdita della coordinazione in alcuni movimenti), cefalea.
Le vertigini dunque possono essere sintomi di svariati quadri patologici che colpiscono il labirinto, il sistema nervoso centrale ed anche l'intero organismo (vertigini extralabirintiche).

Le caratteristiche del sintomo vertiginoso, la presenza ed il tipo di eventuali sintomi associati aiutano a formulare la diagnosi differenziale:

Vertigini - diagnosi differenziale - Tab 1

vertigini diagnosi differenziale - Tab 2


Vertigine posizionale parossistica

In alcuni casi una vertigine può comparire anche in posizione sdraiata e tende a presentarsi quando il soggetto gira il capo in una certa posizione: si tratta della cosiddetta vertigine posizionale parossistica, che ha come causa scatenante la formazione di minuscoli calcoli (detti otoliti) all'interno delle strutture dell'orecchio e in particolare della parte che controlla l'equilibrio.
In questi soggetti la sensazione di dover cadere al suolo è molto sgradevole ed è accompagnata da nausea.
Il disturbo può essere efficacemente curato mediante un'apposita manovra (manovra di Semon).




©2009 - DM | Contact Webmaster









La Sclerosi Multipla informazioni, approfondimenti e news dalla ricerca
News sul sito
Aggiornamento sezione dedicata alla CCSVI (Dic 2016)

Statistica e rappresentazioni grafiche delle correlazioni tra anzianità di malattia, terapie, riacutizzazioni e EDSS

22/05/09 News: Cannabis: Nuovo studio della Fondazione Santa Lucia in collaborazione con l’Università di Teramo

Inserita la possibilità di dare un voto di qualità sui Centri diagnosi e cura per la SM e di inserire dei commenti

Aggiunta la possibilità di inserire commenti sulla propria esperienza con i farmaci