La Sclerosi Multipla informazioni, approfondimenti e news dalla ricerca
SOS EMERGENCY Aiutaci a non smettere La Sclerosi Multipla .net

dividers
Users Online: 61 Venerdì, 14 Dicembre 2018 20:29:18
La Sclerosi Multipla informazioni, approfondimenti e news dalla ricerca

News dalla ricerca sui corticosteroidi Traduzione (a cura del Webmaster)
Glucocorticoid treatment reduces T-bet and pSTAT1 expression in mononuclear cells from relapsingremitting multiple sclerosis patients

Anna Paola Batocchi, Giovanni Frisullo, Viviana Nociti Raffaele Iorio, Agata Katia Patanella, Assunta Bianco, Marcella Caggiula, Cristina Sancricca, Pietro Attilio Tonali, Massimiliano Mirabella

Institute of Neurology, Department of Neurosciences, Catholic University, Largo Agostino Gemelli, 8, 00168 Rome, Italy

Fondazione Don Gnocchi, Rome, Italy

Received 2 February 2007; accepted 21 May 2007. Available online 12 July 2007.


Abstract High dose glucocorticoid (GC) treatment has been demonstrated to have a short-term beneficial effect on functional recovery in relapsing multiple sclerosis (MS) patients but the exact mechanism of action of GCs in MS is unclear. We found that high dose intravenous GCs strongly reduced T-bet and pSTAT1 expression in CD4+, CD8+, CD14+ circulating cells in RRMS patients in relapse. pSTAT1and T-bet reduction was associated with the decline of IFNγ production by PBMCs. A significant increase of AV-positive CD4+ and CD8+ T cells was detectable after GC treatment without any variation in the percentage of annexin V-positive monocytes. By in vitro analysis, patients during relapse, either before or after GC treatment, exhibited a lower proportion of apoptotic lymphocytes than remitting patients and controls. Our study suggests that GCs can modulate T-bet and STAT1 expression and that IFNγ signalling inhibition contributes to anti-inflammatory action of GCs in the treatment of relapses of MS patients.

 

Il trattamento con glucocorticoidi riduce l'espressione del T-bet e pSTAT1 nelle cellule mononucleari dei pazienti con Sclerosi Multipla recidivante remittente

Il trattamento con alte dosi di glucocorticoidi (GC) è stato dimostrato di avere un effetto benefico a breve termine sul recupero funzionale nella sclerosi multipla recidivante (SM), i pazienti, ma l'esatto meccanismo d'azione di GCS nella SM non è chiaro.
Abbiamo trovato che un'alta dose endovenosa di glucocorticoidi riduce fortemente l'espressione di T-bet e pSTAT1 nelle cellule circolanti CD4 +, CD8 +, CD14 + nei pazienti con SMRR in ricaduta.
La riduzione di T-pSTAT1e T-bet è stata associata con il declino della produzione di IFNγ da PBMCs.
Un aumento significativo di AV-positivi CD4 + e CD8 + cellule T è rilevabile dopo il trattamento con glucocorticoidi senza alcuna variazione della percentuale di monociti V-annexin positivi.
Nell'analisi in vitro, i pazienti, durante una ricaduta, prima o dopo il trattamento con glucocorticoidi, hanno esposto una minore percentuale di apoptosi dei linfociti rispetto ai pazienti in remissione e ai controlli.
Il nostro studio suggerisce che i glucocorticoidi possono modulare l'espressione di T-bet e STAT1 e che il segnale di inibizione dell'IFNγ contribuisce all'azione anti-infiammatoria dei glucocorticoidi nel trattamento delle recidive dei pazienti affetti da SM.
   
   
   
©2009 - DM | Contact Webmaster





La Sclerosi Multipla informazioni, approfondimenti e news dalla ricerca
News sul sito
Aggiornamento sezione dedicata alla CCSVI (Dic 2016)

Statistica e rappresentazioni grafiche delle correlazioni tra anzianità di malattia, terapie, riacutizzazioni e EDSS

22/05/09 News: Cannabis: Nuovo studio della Fondazione Santa Lucia in collaborazione con l’Università di Teramo

Inserita la possibilità di dare un voto di qualità sui Centri diagnosi e cura per la SM e di inserire dei commenti

Aggiunta la possibilità di inserire commenti sulla propria esperienza con i farmaci